^Torna in alto
foto1 foto2 foto3 foto4 foto5

 

Santuari Mariani

 

BRASILE - APARECIDA - Beata Vergine Aparecida

Aparecida si trova sulla strada che unisce le due grandi città brasiliane, Rio de Janeiro e San Paulo. Le origini del grande santuario mariano nazionale del Brasile risalgono al 1717. Nel mese di ottobre di quell'anno, tre pescatori trovarono nel fiume Paraiba una bella immagine della Madonna della Concezione, in terracotta nera e alta cm. 40. La chiamarono Aparecida perché apparsa nell'acqua e trovata in una rete al posto dei pesci. Uno dei pescatori, Filippo Pedroso, conservò per 15 anni la statua a casa sua, poi la consegnò al figlio Atanasio il quale le costruì un piccolo oratorio. In seguito fu tutto un susseguirsi di miracoli che richiamarono una sempre crescente folla di pellegrini. Nel 1745 venne costruita e benedetta la prima chiesa che, un secolo dopo, fu ampliata. Il nuovo grandioso santuario è stato inaugurato da Giovanni Paolo II. E' la chiesa più grande dell'America Latina, può contenere fino a 20 mila persone, mentre la piazza antistante più di quattromila. Aparicida è uno dei più grandi santuari del mondo ed è tenuto dai Padri Redentoristi.


FRANCIA - LOURDES - Beata Vergine Immacolata

Lourdes può considerarsi il cuore spirituale del mondo cattolico, non solo per gli oltre cinque milioni di pellegrini che annualmente vi si recano, ma soprattutto per l'intensità del clima soprannaturale che vi regna. Il complesso del santuario sorge attorno alla grotta di Massabielle, prospiciente il fiume Gave, dove nel 1858 la Vergine apparve a Bernadette Soubirous, la figlia quattordicenne d un povero mugnaio fallito. L'apparizione si ripetè per 18 volte, fra l'11 febbraio e il 16 luglio. Nell'ottava apparizione la Vergine chiese a Bernadette di pregare per i peccatori e baciare la terra in segno di penitenza; nella successiva di bere e di lavarsi nella pozzanghera fangosa all'ingresso della grotta, che poi divenne nel giro di poche ore l'attuale abbondante sorgente. Nella trediciesima apparizione, la Vergine chiese che ci si recasse alla grotta in processione e che si costruisse una cappella. Nell'ultima apparizione la Signora svelò il suo nome definendosi l'Immacolata Concezione. Le apparizioni di Lourdes furono riconosciute dal vescovo di Tarbes, mons. Laurence, nel 1862. Bernadette nel 1866 entrò fra le suore di Nevers, dove rimase tredici anni fra sofferenze e umiliazioni. Morì nel 1879 a 36 anni e fu proclamata santa da Pio XI nel 1925. Le apparizionii ebbero un'ernome risonanza per cui Lourdes divenne ben presto la principale meta di pellegrinaggio d'Europa. Il Santuario si compone di due chiese. La prima, quella superiore, in stile neogotico e costruita sullo sperone di roccia sovrastante la grotta, fu inaugurata nel 1871. Quella inferiore, detta del Rosario, in stile romanico-bizantino, è del 1889. Nel 1958 fu inaugurata una terza grande chiesa sotterranea, capace di accogliere ben ventimila persone e intitolata a S. Pio X.

INDIA - VAILANKANNI - Beata Vergine di Vailankanni

La tradizione popolare presso i fedeli del Tamil Nadu racconta che, verso la fine del secolo XVI la Vergine Santa apparve due volte con il Bambino in braccio ad un ragazzo storpio, il quale, per aiutare la mamma, vedova e povera, vendeva bevande ai viandanti assetati. La Vergine gli chiese un sorso di siero di latte per il Suo Bambino e ordinò, poi, al ragazzo di andare a dire a un ricco cattolico del paese di costruirLe una cappella presso l'albero. Solo dopo essersi lanciato di corsa ad eseguire il desiderio della nella Signora, il ragazzo si rese conto di essere stato miracolosamente guarito. Allora fu costruita una piccola cappella col tetto di paglia e vi fu collocata una statua della Madonna col Bambino in braccio. Il popolo la chiamò "La Madonna della Salute". Un secolo più tardi, la Madonna apparve nella stessa regione a navigatori portoghesi che, sballotati da una terribile tempesta, avevano invocato il suo nome. Per adempiere la promessa fatta nel momento del pericolo, i naviganti costruirono una chiesa in muratura al posto della capanna di paglia. Da allora il Santuario de "La Madonna della Salute" a Vailankanni è diventato un luogo di pellegrinaggio mariano non solo per i fedeli del Tamil Nadu, ma di tutta l'India. La Madonna della Salute è festeggiata ogni 8 di settembre, Natività di Maria, per ricordare il giorno in cui i naviganti, miracolosamente salvati, poterono raggiungere la costa. La festa è preceduta da una novena di preghiere e attira oltre due milioni di fedeli. Riconoscendo l'importanza di questo santuario,nel 1982, papa Giovanni Paolo II, concesse al santuario il titolo di Basilica.

ITALIA - LORETO - Madonna di Loreto

Il santuario di Loreto conserva, secondo un'antica tradizione, la Casa nazaretana della Madonna. La dimora terrena di Maria a Nazareth era costituita da due parti: da una Grotta scavata nella roccia, tuttora venerata nella Basilica dell'Annunciazione di Nazareth, e da una Casa in muratura antistante. Secondo la tradizione, nel 1291, quando i crociati furono espulsi definitivamente dalla Palestina con la perdita del Porto di Accon, la Casa in muratura della Madonna tu trasportata, "per ministero angelico", prima in Illiria e poi nel territorio di Loreto (10 dicembre 1294). Oggi, in base a nuove indicazioni documentali, ai risultati degli scavi archeologici nel sottosuolo della S, Casa (1962-65) e a studi filologici e iconografici, si va sempre più confermando l'ipotesi secondo cui le pietre della S. Casa sono state trasportate a Loreto su nave, per iniziativa umana.

ITALIA - POMPEI - Madonna del Rosario

Il Santuario è stato costruito in tempi diversi. L’originario, a croce latina con una sola navata, fu eretto tra il 1876 e il 1891, su progetto del professor Antonio Cua dell’Università di Napoli, e misurava 420 mq. Per accogliere i numerosissimi fedeli, tra il 1934 e il 1939, il Santuario è stato ampliato, passando da una a tre navate, mantenendo la struttura a croce latina. Il progetto fu ideato dall’architetto e sacerdote Monsignor Spirito Maria Chiapetta, che ne diresse anche i lavori. Le due navate minori, che hanno tre altari per ogni lato, si prolungano sin dietro l’abside in un ambulacro arricchito da quattro cappelline semicircolari. L’insieme delle costruzioni è armonizzato da strutture contrastanti, in perfetto equilibrio di masse, studiato in modo da non subire effetti di spostamento per qualsiasi causa. L’interno, di 2.000 mq, può accogliere circa 6.000 persone. La cubatura totale è di 40.000 metri.

MESSICO - CITTA' DEL MESSICO - Beata Vergine di Guadalupe

Tra le apparizioni mariane più conosciute e celebrate primeggiano senza dubbio quelle della Vergine di Guadalupe a Città del Messico. Nel dicembre del 1531, nel pieno della spietata dominazione spagnola che aveva distrutto la fiorente civiltà degli Aztechi e ridotto in schiavitù quel popolo, su un colle alle porte della città chiamato Tepeyac, Ella apparve ad un contadino indio di nome Juan Diego inviandolo dal vescovo Zumarraga per chiedere la costruzione di un tempio dove avrebbe ascoltato i pianti ed i lamenti ed asciugato le lacrime degli oppressi. Il vescovo incredulo chiese un segno. La mattina del 12 dicembre, nel pieno del gelido inverno, tra le aride pietre e i cardi della collina, la Vergine lasciò sbocciare profumatissime rose di Castiglia e, raccoltele lei stessa a mazzetti, le mandò come segno richiesto al vescovo di Città del Messico. Nel momento in cui il veggente apriva davanti a Zumarraga la sua tilma, così si chiamava il ruvido mantello di contadino in cui aveva sistemato i fiori, essi si spargevano per terra e l'immagine stessa di Maria, così come appariva sulla collina, rimaneva prodigiosamente impressa sulla ruvida trama del tessuto. Da allora quel manto prodigioso viene custodito nel grandioso santuario di Guadalupe, il più frequentato del mondo, che ogni anno raccoglie più di 20 milioni di pellegrini. Sono trascorsi quasi cinque secoli e la Morenita - così viene soprannominata per il suo colore bruno la Vergine di Guadalupe - fa discutere ancora fedeli e scienziati perché la sua tilma, il mantello dell'apparizione, non ha svelato tutti i misteri che nasconde.

POLONIA - LICHEN - Beata Vergine Addolorata

Lichen è una piccola località della Polonia, circondata da laghi e piacevoli paesaggi. L'importanza di Lichen inizia solamente nel XX secolo, grazie alla costruzione della più grande Basilica della nazione, avvenuta tra il 1994 e il 2002. Nel santuario si venera una piccola icona della Vergine Addolorata che, secondo la tradizione, fu rivenuta nel 1813 dal soldato Tommaso Kossowski gravemente ferito nella battaglia di Lipsia e guarito prodigiosamente. Egli depose l'immagine in una piccola cappella. Nel 1852 dopo diverse altre guarigioni prodigiose, il quadro fu riconosciuto come miracoloso e spostato nella chiesa parrocchiale di Lichen. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, si rinvigorisce il culto della Madonna di Lichen che, il 15 agosto 1967 viene solennemente incoronata. Il miracoloso Quadro della Madonna è stato riportato nel 2006 sull'altare principale della immensa Basilica, un’imponente tempio a 5 navate. Ogni anno qui accorrono migliaia di pellegrini.

PORTOGALLO - FATIMA - Nostra Signora del Rosario

La storia di Fatima è molto nota e ne rileviamo solo i dati fondamentali. Il 13 maggio 1917 la Vergine apparve, presentandosi come la Madonna del Rosario e come Cuore Immacolato di Maria, a tre bambini: Lucia, Francesco e Giacinta. Le apparizioni si ripeterono ogni mese fino al 13 ottobre, davanti ad una folla sempre più numerosa di testimoni. La Vergine chiese preghiere e penitenza per la conversione dei peccatori e in particolare per la Russia. Nessun'altra apparizione è stata così commessa con gli eventi storici e le sorti della pace come in questo caso; il suo messaggio è quindi sempre drammaticamente attuale, a prescindere dall'intensità del grande movimento spirituale che da Fatima ha preso ispirazione. Il complesso del Santuario è composto da una vastissima piazza, dalla Basilica e dalla cappellina originaria, nella quale è venerato il simulacro della Vergine del Rosario. I fedeli di tutto il mondo accorrono a Fatima, soprattutto dal 13 maggio al 13 ottobre. Folle incalcolabili di pellegrini hanno accompagnato le visite dei papi Paolo VI e Giovanni Paolo II al Santuario. Nell'ultimo suo pellegrinaggio del 13 maggio 2000, papa Giovanni Paolo II ha beatificato i due pastorelli Giacinta e Francesco ed ha autorizzato la pubblicazione della terza parte del famoso segreto che descrive, in immagini e simboli, le sofferenze della Chiesa nel XX secolo e l'attentato al Papa, descritto dai bambini come "il vescovo vestito di bianco" che, colpito da arma da fuoco, si accascia al suolo come morto.

 

Copyright © 2017. Pontificia Facoltà Teologica «Marianum» - Roma Rights Reserved.


Facebook twitter flicker skype youtube digg